Concerto di Sogni
Main sponsor: Ideal Gomma Sport Sas
Think and Make It!

Remember Nassiriya : Appendete una bandiera ai vostri monitor Concert of the World: English Version



 Home   Elenco Autori   Forum:Elenco Argomenti   Eventi attuali e storici    Le prime pagine   Link  
Utente:
 
Password:
 
Salva password Dimenticata la password?
 
 tutti i Forum
 2 Film, Spettacoli e libri, Arte
 Halloween movie
 Versione per la stampa  
Autore Tema Precedente Tema Tema Successivo  
Roberto Mahlab
Amministratore



2843 Inseriti
296 Gold
2448 Punti Rep.
Inserito - 01/11/2004 :  16:14:13  Mostra Profilo  Visita la Homepage di Roberto Mahlab  Replica con Citazione Invia un Messaggio Privato a Roberto Mahlab
Ieri trentun ottobre, sera di Halloween. Speravo non accadesse come ogni anno, avrei preferito che non mi svegliassero. Ma per tutta la settimana le trivelle avevano perforato il manto stradale, gli addetti dovevano scoprire le tubazioni per ripararle e proprio ieri pomeriggio l'ultima barriera di roccia e terra era caduta. La riparazione sarebbe stata terminata dopo la giornata di festa e alla fine del turno gli operai erano andati a casa. Per la cronaca, tornai alla coscienza nell'istante in cui un mattoncino mi cadde preciso al centro del capo.

Uno dei quattrordici occhi scorse il filo di luce che entrava dalla crepa nel terreno e con fatica i miei otto tentacoli incollarono le loro sedici ventose ai lati della voragine, dandomi la rincorsa per saltar fuori.

"Guarda mamma! anche gli adulti si vestono per Halloween?", un bambino inserito dentro una grossa zucca arancione mi aveva scorto e mi indicava ad una donna che mi lanciò appena uno sguardo distratto, :"ci sono anche le feste per adulti tesoro, si sarà travestito così per una di queste".
Travestito così? Le mie orbite acquose si staccarono dalle cavità oculari volgendosi a soppesare il mio corpo, un ammasso di flaccida sostanza gelatinosa e di colore verde fango alta due metri, in termini umani sono quanto di più vicino ad una mitica piovra si possa immaginare.

Concentrai i diversi sguardi sulla strada, un capannello di persone era fermo di fronte ad un cinema, in coda, c'erano molti bambini, avvolti da costumi talmente spaventosi che la mia apparizione non sollevò alcun ciglio. Streghe, fantasmi, mostri spaziali, facevano le boccacce agli adulti in fila e si rincorrevano nella sala d'attesa fino a che le madri li riagguantavano e li rimproveravano.

Mi ritrovai di fronte alla cassiera che mi salutò con un sorriso :"Halloween, eh?".
"No, HellRob, mi chiamo HellRob", risposi.
"Ah, ma certo! ecco il suo biglietto signore, buona visione del film".

Si fece buio in sala, sullo schermo comparvero trame di supereroi, inseguimenti, amori, battaglie, panorami, insidie, tradimenti, duelli, cavalli e astronavi. Avvertii i morsi della fame, dopotutto ero a digiuno da un anno esatto.
"Buuuu!", c'erano dei bambini travestiti per Halloween anche in sala e si divertivano a spaventare gli altri spettatori avvinti dal film, "birichini", dicevano loro e i piccoli correvano via ridendo. Vennero verso di me, uno era vestito da mago, con una spada fluorescente, la bambina era avvolta da un drappo scuro da strega e aveva dei grossi guanti con le unghie in rilievo. "Buuu", mi fecero.
Gnam, li ingurgitai.
E poi avvolsi i miei tentacoli attorno a tutti gli spettatori della sala, uno alla volta, mi incuriosì una ragazza, che sussurrò :"Jack, ma dai, smettila".
"Non mi chiamo Jack, non mi chiamo Halloween, mi chiamo HellRob", sbottai piuttosto contrariato prima di farne un sol boccone.

Scorsero i titoli di coda e si accesero le luci, solo io uscii dalla sala. Arrivato al portone, la cassiera mi salutò con tono divertito :"ciao, bel costume, Halloween, vero?" e rise. Mi volsi, la osservai con il tredicesimo occhio, quello viola, i nostri sguardi si incrociarono, "no, non mi chiamo Halloween, io sono HellRob", sputai la spada fluorescente che mi era servita da stuzzicadente, ma mi sentivo sazio e lasciai perdere.

La voragine di fronte al cinema mi attendeva, mi ci abbandonai come fosse uno scivolo e ripiombai nell'oscurità, era l'ora del solito pisolino dopo il pasto, l'indomani certo gli operai avrebbero ripavimentato la via e per un altro anno io sarei scomparso.

"I terrestri sono proprio buone persone, anzi, gustose", riflettei prima di cadere nel mondo dei sogni.

Dove c'è il grande cinema, Concerto c'e'... non sempre solo da spettatore....

   
Clicca qui per la scheda generale dell'autore
Altri testi dello stesso autore
Tema Incorniciato Il mercante di Concerto 
Tema Che effetto fa
Tema sapori di mare - linguine salvia e gamberi
Tema Baci da New York
Tema Cronaca di un fatto di cronaca ( Michael Connelly) 
Tema Elio, Ricordo e Benedizione
Tema L'artista del batik
Tema Incorniciato La mostra di Samuele Navarro 
Tema Ho conosciuto il mio vicino di casa
Tema Ma Hulk era un Ogm?
Tema Chi dorme accanto a me?
Tema Buone vacanze con e-ditto
Tema Incorniciato Staccare un po' 
Tema Noi, fans di Olivia
Tema Incorniciato I brividi di concerto/"Rosso di sera" 
Tema Nefertiti
Tema Incorniciato Legami imprevedibili
Tema Incorniciato Minaccia Globale
Tema Focus: donna
Tema Giorni d'Indocina 
-----------------------------------------
Vai a:

Pagina Caricata in :2,86
Imposta come tua pagina di avvio aggiungi ai favoriti Privacy Segnala Errori © 2001-2021 Concerto di Sogni - B.A. & R.M MaxWebPortal Snitz Forums Go To Top Of Page