Concerto di Sogni
Main sponsor: Ideal Gomma Sport Sas
Think and Make It!

Remember Nassiriya : Appendete una bandiera ai vostri monitor Concert of the World: English Version
Aiutateci a rendere visibile concertodisogni premendo "Mi piace"
'


 Home   Elenco Autori   Forum:Elenco Argomenti   Eventi attuali e storici    Le prime pagine   Link  
Utente:
 
Password:
 
Salva password Dimenticata la password?
 
 tutti i Forum
 7 Riflessioni
 riflessioni - la paura
 Versione per la stampa  
Autore Tema Precedente Tema Tema Successivo  
Yama no Kaze
Senatore


Italy
271 Inseriti
100 Gold
276 Punti Rep.
Inserito - 16/07/2003 :  01:03:24  Mostra Profilo  Replica con Citazione Invia un Messaggio Privato a Yama no Kaze
kendo, riflessioni: LA PAURA

La paura è il vero nemico.
La paura è spesso causa di insuccessi.
La paura di essere sconfitti è la migliore alleata del nostro avversario.
Dobbiamo controllare la nostra paura, accettarla e controllarla.
Dovremo creare le condizioni perchè la paura non si depositi nella nostra mente.
Riconoscere le nostre virtù e ammette re i nostri difetti sarà un buon esercizio.
Questo ci garantirà una posizione cosciente.


Vento

Grazia
Curatore


Italy
781 Inseriti
109 Gold
796 Punti Rep.
Inserito - 17/07/2003 :  20:54:34  Mostra Profilo  Replica con Citazione Invia un Messaggio Privato a Grazia

La paura fa parte di noi, la nostra natura umana è fragile e la paura ci fa sbagliare.

Arriva all'improvviso, quando meno te l'aspetti, vorresti farne a meno...ma non è facile, a volte non dipende da te...è inconscia.

La paura di sbagliare....la paura di amare...la paura di una nuova vita....ti bloccano e non combini più niente di positivo.

Io penso alla paura come ad una malattia, vorresti guarire ma non riesci, le medicine non bastano, ci vuole tanta forza di volontà , amicizie vere che diano sicurezza e anche tanto amore (per i più fortunati).

Ciao.

GrazyVai a Inizio Pagina

Yama no Kaze
Senatore


Italy
271 Inseriti
100 Gold
276 Punti Rep.
Inserito - 18/07/2003 :  11:26:43  Mostra Profilo  Replica con Citazione Invia un Messaggio Privato a Yama no Kaze
cara Grazia,
il 10% delle nostre paure deriva da un puro e semplice istinto di sopravvivenza, pensa, ad esempio, alla paura del vuoto, non ti metteresti mai a ballonzolare sulla ringhiera del balcone del decimo piano ...
Il restante 90% deriva invece da fattori di insicurezza presenti in noi stessi. Come dici tu stessa: è l'insicurezza che ci fa temere di errare, di amare, di affrontare le novità.
Per l'insicurezza ci sono medicine, prima di tutte la conoscenza. Il sapere di essere "adeguati" alle circostanze evita l'insorgere della paura. Una persona che si trova coinvolto in un evento negativo (incendio, terremoto, incidente ...) di cui conosce le dinamiche ed i comportamenti corretti da adottare difficilmente sarà preso dal panico e con ciò aumenterà enormemente le sue possibilità di sopravvivenza.
La riflessione, il mio scritto di partenza, è poi estrapolato dagli insegnamenti di Ito Ittosai Kageisha, grande maestro giapponese di spada vissuto a cavallo tra il XVI ed il XVII secolo. Il suo lavoro era di addestrare i samurai al duello e alla battaglia, ovvio che per questi guerrieri la paura fosse il nemico numero uno, da sconfiggere sicuramente prima dei propri avversari.
Le filosofie orientali, collegate alle arti di combattimento, indicano tutte una via prioritaria per il controllo della paura ed è la conoscenza di se stessi, la consapevolezza dei propri limiti, delle proprie caratteristiche, pregi e difetti appunto.
Ciao


VentoVai a Inizio Pagina

Grazia
Curatore


Italy
781 Inseriti
109 Gold
796 Punti Rep.
Inserito - 21/07/2003 :  20:59:57  Mostra Profilo  Replica con Citazione Invia un Messaggio Privato a Grazia

L'argomento sta diventando interessante....

La filosofia orientale, al riguardo, è certamente fondamentale, penso che i Samurai, siano stati uomini molto coraggiosi, grazie alla disciplina fisica e mentale, ma la loro visione della vita era certamente diversa.

Anche il filosofo greco Epicuro, riteneva che, per arrivare alla felicità, il giovane deve liberarsi delle paure "per affrontare con coraggio l'avvenire", mentre il vecchio deve saper conservare i bei ricordi, per rimanere giovane nello spirito.

Continua, dicendo che la morte non deve essere temuta, perchè..non è nulla. "Quando ci siamo noi, la morte non c'è, e quando c'è la morte, non ci siamo noi". La morte è quindi assenza di sensazioni ed è sciocco averne paura.

Certo che, se riuscissimo a seguire queste filosofie, tutto sarebbe diverso.

Devo anche dire che ci sono le paure al femminile e al maschile:
per noi donne è normale avere paura, ma l'uomo è sempre visto come più coraggioso.

Che dire poi delle paure di massa?
Paura delle catastrofi....delle malattie......degli attentati...ecc...

Nel Medioevo tutti avevano paura della peste nera, ma ancor oggi molte paure sono rimaste, di cose che sappiamo di non poter gestire.

Ciao.

GrazyVai a Inizio Pagina

emofione
Emerito


Italy
143 Inseriti
100 Gold
148 Punti Rep.
Inserito - 22/07/2003 :  09:30:30  Mostra Profilo  Replica con Citazione Invia un Messaggio Privato a emofione
La paura... quella giusta, quella pura, quella del respiro superaffannato, del cuore in gola, e del gelo dietro alla testa, quella della semi-paralisi, dell'immobilità, quella della tensione che ti fa tremare inavvertitamente una o entrambi le gambe, quella della morte e della vita, quella di inseguire i sogni e quella di mollarli quando non è più il loro tempo, quella di non riuscire o di ottenere troppo successo, quella di apparire o rimanere incompreso ed inascoltato...IO NON HO PIU' PAURA DELLA PAURA, adesso sono adulto e l'accetto di buon grado...è un'amica in fondo in fondo, ed è anche quella che mi consente di avvertire i pericoli e di andar loro incontro, perché non mi tiro mai indietro, ma con una certa consapevole scioltezza...

Thomas Mann diceva che l'unico vero sentimento col quale aveva vissuto per tutta l'esistenza era la paura. Forse un pò estrema come considerazione, ma con un certo fondo di verità...la paura ci muove e ci accompagna, sempre, basta saperla riconoscere, controllare, addomesticare....
Così si può sconfiggere, così saremo noi a a guidare lei e non viceversa.
Ho PAURA di essere andato fuori tema...o forse no.

E.

Vai a Inizio Pagina

lissa
Villeggiante


Italy
26 Inseriti
100 Gold
31 Punti Rep.
Inserito - 25/07/2003 :  21:54:19  Mostra Profilo  Replica con Citazione Invia un Messaggio Privato a lissa
La paura di essere me stessa,la paura di non cambiare mai...la paura di invecchiare,la paura di perdere chi ami..la paura di amare troppo..la paura di rivivere certi momenti...

quando penso alla paura riesco soltanto a dirmi che devo conviverci perchè non credo si possa guarire dai nostri timori..timori che avremo sempre fino a quello più grande ed inevitabile....

Vai a Inizio Pagina

   
Clicca qui per la scheda generale dell'autore
Altri testi dello stesso autore
Tema Incorniciato Come una carezza
Tema Incorniciato Impulso
Tema Incorniciato Io vento (tributo a Nazim Hikmet)
Tema Incorniciato Passato
Tema Incorniciato Casa
Tema Eccomi di nuovo
Tema Incorniciato Nel bosco
Tema sapori di mare - linguine al polpo
Tema sapori di mare - linguine salvia e gamberi
Tema Incorniciato TEMPORALE D'ESTATE
Tema Incorniciato da un valico
Tema Incorniciato Sogno
Tema E' grande l'Italia dei samurai ... 
Tema Primavera del 1281 e fu il Kami Kaze ...
Tema Incorniciato Le occasioni perdute
Tema Incorniciato Nubi
Tema Incorniciato NUVOLE NEL BOSCO
Tema Incorniciato poesia - Introspezione
Tema Incorniciato Luna piena nel bosco
Tema riflessioni - la paura
-----------------------------------------
Vai a:

Pagina Caricata in :11,96
Imposta come tua pagina di avvio aggiungi ai favoriti Privacy Segnala Errori © 2001-2011 Concerto di Sogni - B.A. & R.M MaxWebPortal Snitz Forums Go To Top Of Page