Concerto di Sogni
Main sponsor: Ideal Gomma Sport Sas
Think and Make It!

Remember Nassiriya : Appendete una bandiera ai vostri monitor Concert of the World: English Version



 Home   Elenco Autori   Forum:Elenco Argomenti   Eventi attuali e storici    Le prime pagine   Link  
Utente:
 
Password:
 
Salva password Dimenticata la password?
 
 tutti i Forum
 900 Spazio Scuola
 La nostra gita
 Versione per la stampa  
Autore Tema Precedente Tema Tema Successivo  
spazioscuola
Emerito



121 Inseriti
100 Gold
126 Punti Rep.
Inserito - 30/03/2004 :  17:52:11  Mostra Profilo  Replica con Citazione Invia un Messaggio Privato a spazioscuola
Il racconto degli studenti della 4°A

Ciao a tutti gli amici di Concerto,
a noi spetta il compito di descrivervi al meglio la passeggiata in costiera.
Alla mattina ci ha svegliato una pioggia scrosciante e un freddo pungente.
Potete immaginare la nostra delusione non potendo vedere la costiera nella sua splendida maestosità.
Dopo colazione ombrelli aperti, giacca a vento chiuse saliamo sul pullman. Un po’ addormentate dopo una lunga notte insonne trascorsa tra chiacchiere e risate(per la gioia dei professori)ci siamo avviati verso la costiera. Il sonno è durato poco, poi la voglia di divertirsi e scoprire le bellezze della natura.. anche sotto la pioggia hanno preso il sopravvento.
Nel tragitto ci siamo concesse alcune brevissime soste per fotografare i paesaggi, d'altronde come fare a resistere a tutto questo sublime incanto? A seguito di due lunghe e interminabili ore trascorse sul pullman siamo finalmente giunte alla splendida Amalfi.
Dopo aver parcheggiato il nostro pulmino e accordatici con gli insegnanti per l’ora della partenza ci siamo incamminate per le viuzze amalfitane. Fin da subito abbiamo adocchiato le graziose bottiglie del liquore tipico: il limoncello, di cui la profe Luisa ne ha fatto una buona scorta, per offrire agli amici di Concerto, così almeno dice.
Verso mezzogiorno la fame iniziava a farsi sentire, il gustoso
profumino di pizza inebriava i nostri sensi e conquistava l’aria. Questo e pioggia inclusa ci hanno costretto a rifugiarci in un delizioso ristorante dove abbiamo gustato la tipica pizza napoletana: un piatto saporito e squisitissimo!
La pioggia non ci ha mai abbandonato e con un certo sollievo siamo ritornati a riscaldarci sul pullman.
Nel pomeriggio con i nostri insegnanti abbiamo visitato, e stavolta senza pioggia, il centro storico di Sorrento e siamo arrivate fino alla scogliera, qualche foto, un giretto per i negozi artigianali ed infine ritorno in albergo a prepararci, ci aspetta una serata in discoteca.


Fede, Roby,Mary

Pompei


La meta prevista per la mattinata del terzo giorno è Pompei, la cui storia è ormai leggenda.
Arrivati ci accoglie una bell’assemblea sindacale che ritarda il nostro ingresso al romano borgo.
Dopo una mezz’ora di attesa passata a raccontare le avventure della precedente nottata, i cancelli si aprono e con un po’ di fatica riusciamo ad entrare.
Lo spettacolo che si presenta davanti ai nostri occhi è meraviglioso. La profe Luisa, appassionata di archeologia ci introduce agli scavi spiegandoci come l’eruzione del 79 d.C. fermò il tempo di questa città sepolta sotto 6 metri di cenere. Con gli ombrelli aperti per una fitta pioggerellina entriamo nell’anfiteatro situato nei pressi di Porta Nocera e siamo presi da una certa suggestione. Da un momento all’altro ci si aspetta che un portale temporale si apra in mezzo all’arena e trasporti tutti noi a ritroso nel tempo fino all’epoca romana, per ritrovarsi in mezzo alla folla che urla per lo spettacolo creato dai gladiatori.
La nostra visita prosegue per le vie pavimentate di pietra con ancora presenti i solchi lasciati dai carri. Ci addentriamo in via dell’Abbondanza, poi vista la moltitudine di studenti la profe ci ha deviato su stradine meno affollate, ma non per questo meno suggestive.
Dopo aver perso una parte della classe che si era fermata ad ammirare le terme sulla via Stabbiana (con conseguente arrabbiatura da parte dei professori), ci siamo ritrovati tutti nell’ampio Foro, e dopo aver ammirato il tempio di Giove e Apollo siamo usciti dagli scavi da porta Marina..
Affamati, dopo un ultimo sguardo alla città ci siamo tuffati su una pizza che non smentisce la tradizione napoletana.
Dopo il pranzo siamo partiti alla volta di Napoli, dove una ex-collega attendeva i nostri professori.


Code e Manuela


Napoli



Una delle tappe della nostra gita è la splendida città di Napoli.
Verso le 14.00, dopo aver visitato Pompei, ci dirigiamo nel capoluogo campano e appena arrivati ci appare il maestoso Castel dell’Ovo che domina il mare in quel pomeriggio particolarmente mosso . Qui finisce il nostro viaggio in pullman e, una volta scesi, i nostri accompagnatori hanno un piacevole incontro con una loro ex collega trasferitasi in questa città.
Nel frattempo noi alunni ne approfittiamo per ammirare le bellezze artistiche che Napoli ci offre e ci rechiamo in Piazza del Plebiscito dove ci imbattiamo in due statue equestri.
Successivamente il professore di informatica è venuto a prenderci per portarci al Maschio Angioino; nel tragitto abbiamo visto il Teatro S. Carlo, la Galleria Umberto I dove le nostre compagne hanno gustato le prelibatezze partenopee, sfogliate e babà, su suggerimento della profe. Abbiamo poi raggiunto la collega dei nostri insegnanti che erano visibilmente commossi nell’incontrarla dopo tanto tempo. Terminati i convenevoli, dopo circa due ore, siamo ripartiti alla volta di Sorrento accompagnati dal sole dopo due giornate di pioggia.
Tutti noi crediamo sia stata una magnifica esperienza e occasione di arricchimento culturale e speriamo un giorno di poterla ripetere.

Luca e mattia

Il ritorno

L’ultima mattina alle 6 è suonata sia la nostra sveglia, sia quella dell’albergo attraverso una decina di squilli del telefono che c’era nelle nostre camere. Abbiamo fatto i turni per il bagno e abbiamo finito in fretta e furia la valigia. La colazione era alle 7 e abbiamo portato nella hall i bagagli. L’ultima colazione è stata con pane molto croccante rispetto agli altri giorni che era praticamente plastica e non si riusciva a masticare.
La partenza era stata stabilita per le 7:30 solamente che l’autista ha trovato traffico e quindi siamo partiti alle 8…
Nella prima ora in pullman c’era un silenzio tombale perché tutti ne hanno approfittato per recuperare le ore perse di sonno e alle 9:30 c’è stata la prima sosta ma a parte i profi nessuno è sceso dal pullman perché faceva troppo freddo!
Per le 2 ore seguenti sono iniziati balli e canti e poi alle 13:00 ci siamo fermati all’autogrill per il pranzo.. Ne abbiamo approfittato anche per comprare qualche rivista e qualche snack per la merenda.
Alle 14:00 dopo che anche l’autista si è riposato, siamo ripartiti.. La profe iniziava a sentire la stanchezza e quindi ogni tanto ci invitava ad abbassare il tono della voce e la musica.
L’autista giovane e simpatico è stato sempre molto cordiale e paziente nei nostri confronti infatti abbiamo fatto una colletta per gratificare il suo buon lavoro.
Per non annoiarci ci siamo divertiti a giocare tra di noi, raccontarci storie di paura, varie barzellette e imitare i profi più particolari.
Tra una risata e l’altra ci siamo avvicinati alla destinazione, così abbiamo “intasato” le linee telefoniche con i nostri cellulari per avvisare i genitori.
Alle 20:00 siamo arrivati a scuola e dopo aver salutato i compagni, i profi e l’autista siamo tornati a casa stanchi ma felici!



Sara, Emy, Grazia e Francy


Edited by - spazioscuola on 01/04/2004 12:58:35

   
Clicca qui per la scheda generale dell'autore
Altri testi dello stesso autore
Tema L'amore
Tema Tema sull'amicizia
Tema La scuola che vorrei
Tema Tornando a casa 
Tema La mia vita
Tema Caro Diario
-----------------------------------------
Vai a:

Pagina Caricata in :3,25
Imposta come tua pagina di avvio aggiungi ai favoriti Privacy Segnala Errori © 2001-2021 Concerto di Sogni - B.A. & R.M MaxWebPortal Snitz Forums Go To Top Of Page