Concerto di Sogni
Main sponsor: Ideal Gomma Sport Sas
Think and Make It!

Remember Nassiriya : Appendete una bandiera ai vostri monitor Concert of the World: English Version



 Home   Elenco Autori   Forum:Elenco Argomenti   Eventi attuali e storici    Le prime pagine   Link  
Utente:
 
Password:
 
Salva password Dimenticata la password?
 
 tutti i Forum
 1 Due chiacchiere tra amici (presentiamoci)
 Benvenute alle nuove concertiste
 Versione per la stampa  
Autore Tema Precedente Tema Tema Successivo  
Beppe Andrianò
Amministratore


Italy
2291 Inseriti
285 Gold
1921 Punti Rep.
Inserito - 15/03/2003 :  00:51:07  Mostra Profilo  Visita la Homepage di Beppe Andrianò  Replica con Citazione Invia un Messaggio Privato a Beppe Andrianò
E' con grande piacere che offriamo il nostro benvenuto alle nuove iscritte di oggi.. come usuale stanno gia' depositando tutti i loro averi nella cassa di Concerto.. si il cassiere è quel signore che si sta fregando le mani davanti a quella porta con le iniziali R.M. in oro..

Comunque un grossissmo benvenuto alle nostre amiche:

Xaturnia da Rimini
toybel da Vicenza
eudora da corlette (australia)

Con la speranza che si trovino bene qui da noi e che possano presto iniziare a mandarci loro racconti e poesie.. non prima di essersi fatte un giro abbondante dentro quanto è già stato scritto e raccontato..

A loro dedico uno dei miei racconti piu' importanti.. quello che in qualche modo ha portato alla nascita di concerto per come lo conoscete adesso..

Si chiama La casa del rispetto ed è il 13esimo messaggio mandato su concerto di sogni dall'inizio..

http://www.concertodisogni.com/mp/link.asp?topic_id=13

Eccovelo di nuovo di seguito

-------------

C'era una volta,
in un piccolo villaggio di pescatori, gente che viveva del frutto delle loro reti, un ragazzino di nome Aldo.

Aldo aveva 13 anni e capelli riccioli e neri ed un naso impertinente che gli valse, tra gli amici, il nomignolo di pinocchio.

Il suo compito una volta terminato lo studio era raccogliere, con altri ragazzi, le reti usate dai pescatori la notte prima e stenderle per vedere eventuali buchi o maglie che si stavano allentando.

Poi arrivavano le madri che si occupavano di ricucire e rinforzare i punti in cui le reti sembravano cedere.

Le reti quindi venivano raccolte e piegate, in modo da poterle usare per il lancio, e portate nella Casa del Rispetto dove avrebbero aspettato la notte dopo in cui i padri pescatori le avrebbero portate sulle loro barche.

Aldo si era sempre chiesto perche' il posto dove venivano messe le reti si chiamasse Casa del Rispetto ma gli sembrava una domanda troppo stupida e se la teneva per se.

In una notte di Novembre, Aldo si svegliò di soprassalto. Gli era venuto in mente che non aveva spento la lanterna ad olio dentro la Casa del Rispetto. La lanterna ad Olio era un incubo per Aldo, suo nonno non gli diceva altro che "ricordati di spegnere sempre la lanterna"..

Saltò giù dal letto di colpo e sentendo il pavimento freddo sotto di se si paralizzo per un istante.. poi subito dopo si mise i calzoni e il cappotto e gli stivali del nonno e si mise a correre verso il molo.. verso la Casa del Rispetto.

Aveva appena svoltato l'angolo del barbiere che la vide..

Era tutto tranquillo. Con un sospirone, finalmente sollevato continuò a camminare per andare a spegnere la lampada.

Successe di colpo.. vide la luce salire velocemente e poi tutto l'interno illuminarsi sembrava avessero acceso un'altro faro come quello degli scogli di San Luigi..

Cominciò a correre.

Quando era a pochi passi vide anche la porta prendere fuoco.

Si fermò a guardare affascinato inorridito, spaventato, .

Arrivarono altre persone attirate dal bagliore del fuoco e dal fumo che, portato dal vento, era da sempre messaggero di tristezza.

"Ehi Pinocchio.. cosa è successo?"

"..io.. ho dimenticato la lampada accesa...."

Aldo aveva lo sguardo basso, triste... sentiva di aver deluso tutti e sicuramente suo padre si sarebbe arrabbiato con lui.. e figuriamoci il nonno.

Mentre era perso nei suoi pensieri, seduto per terra tirando calci ai ciottoli sul molo, sentì una mano appoggiarsi sulla sua testa.. conosceva quella mano.. dura, nodosa e forte.

"Nonno... mi dispiace"

"lo so. Non pensarci.. te lo dicevo sempre di stare attento perchè era successo anche a me quando avevo la tua età.."

"la Casa del Rispetto ha una sua logica, brucia e rinasce sempre nello stesso punto, trova sempre il suo modo di insegnarti qualcosa, forse ora voleva dirti che è il momento di avere attenzione, di diventare grande."

"Su.. vai a cercare tre alberi nel bosco e chiedigli se vogliono diventare la prossima Casa del Rispetto.."

Aldo si alzò, confuso.. salutò con un cenno il nonno e si avviò verso il bosco.

Pensava alle parole del nonno.. alla domanda che non aveva mai avuto il coraggio di chiedere e..

Sorrise.


Beppe Andrianò

   
Clicca qui per la scheda generale dell'autore
Altri testi dello stesso autore
Tema Incorniciato La Lotteria di Babbo Nasale
Tema Tattiche politiche..
Tema 1950 post fa..
Tema Mecenatismo diffuso
Tema Caro Concertodisogni..
Tema Ciao Concertodisogni..
Tema Caccia all'errore..
Tema Incorniciato "06:58"
-----------------------------------------
Vai a:

Pagina Caricata in :1,35
Imposta come tua pagina di avvio aggiungi ai favoriti Privacy Segnala Errori © 2001-2021 Concerto di Sogni - B.A. & R.M MaxWebPortal Snitz Forums Go To Top Of Page