Concerto di Sogni
Main sponsor: Ideal Gomma Sport Sas
Think and Make It!

Remember Nassiriya : Appendete una bandiera ai vostri monitor Concert of the World: English Version
Aiutateci a rendere visibile concertodisogni premendo "Mi piace"



 Home   Elenco Autori   Forum:Elenco Argomenti   Eventi attuali e storici    Le prime pagine   Link  
Utente:
 
Password:
 
Salva password Dimenticata la password?
 
 tutti i Forum
 4 Favole e Racconti / Tales - Galleria artistica
 Io non bevo caffe'
 Versione per la stampa  
Autore Tema Precedente Tema Tema Successivo  
Roberto Mahlab
Amministratore



2739 Inseriti
296 Gold
2344 Punti Rep.
Inserito - 06/10/2003 :  20:17:11  Mostra Profilo  Visita la Homepage di Roberto Mahlab Invia un Messaggio Privato a Roberto Mahlab
"Grazie, io non bevo caffe'", virtu' oppure metodo del tutto ebraico per sfidare il mondo?
E il bello e' che il mondo non se ne accorge neppure ed ecco che l'ho imbrogliato allora per due volte di seguito, una volta perche' l'ho sfidato, ho fatto qualche cosa di diverso da tutti, e la seconda perche' non riesce a capire neppure che l'ho preso in giro, la truffa perfetta non e' forse quando la vittima non si rende conto di essere stata derubata? Anzi, magari continua a sorridervi, vi considera il piu' grande amico e allora voi affondate ancora :"Grazie, non fumo". "Oh, che virtuoso" vi guardano ammirato mentre magari se ne stanno sotto braccio ad una splendida creatura, che chissa' come se la ride sotto sotto di stare insieme ad uno che neppure capisce che l'ho imbrogliato, una strizzata d'occhio alla ragazza suggella il patto segreto, certo che se la strizzata la faccio solo io e lei non ricambia, forse non ha capito neppure lei, la sopravvalutavo?

Sapete gli ebrei sono famosi per il senso dell'umorismo, l'ironia, mai che qualcuno pensi che invece e' proprio il contrario, prendiamo in giro gli altri anche quando ridono di quello che diciamo, non capiscono che invece facciamo sul serio, ridere, far ridere, in fondo che c'e' di piu' cattivo che far ridere quando ti saltano addosso, vedere la cosa con ironia, li priviamo anche del piacere di vederci piangere.

E poi davvero ci possono togliere qualche cosa? Forse che diventano piu' intelligenti quando nei secoli dei secoli ci colpiscono, ci tolgono la vita? Non si trasmette cosi' la mente, il sapere, togliere non serve per prendere, questa e' la beffa piu' grande, sapere che a loro non servira' a nulla, non diventeranno piu' intelligenti, pensate che ridere, li prendiamo in giro anche in questo.

In fondo e' cosi' anche con le donne, ci piantano e noi mettiamo in scena un musical per raccontare di come ci hanno piantato. "Un vero adulto", pensano di voi e voi invece pensate "non capisce neppure che ho voluto capire se riusciva a capire", e cosi' capite che non era fatta per voi. E la sceneggiatura e' una terza presa in giro, insegnamo a riflettere chi la guarda, cosi' gli uomini impareranno a ridere e a pensarci su e a non credere che basti solo dare per essere convinti di ricevere. E staranno piu' attenti la volta successiva, oh, vale anche per le donne naturalmente, capita anche a loro e cosi' anche loro staranno piu' attente la prossima volta e non e' un modo sublime per vendicarsi del mondo? Cambiandolo? Spostando i muri del ghetto? Inglobare il mondo intero, questo deve fare un ghetto che si rispetti.

E poi, perche' mai arrabbiarsi se una donna non corrisponde il nostro amore? Voglio dire, se io costruisco una casa dentro di me e l'altra persona non costruisce la stessa casa dentro di se', devo stare male perche' siamo due persone diverse? Perche' esiste? Perche' non accetto che ogni persona sia un altro me stesso che ha diritto alle sue scelte quanto me? Non e' meglio dipingere la casa su un palcoscenico e poi dipingerne un'altra e riempirle di due colori? Invece che una sola casa buia, perche' buio diverrebbe l'animo? Prendo in giro me stesso dite? Forse e' vero ma, dopo, i raggi del sole sono piu' caldi.

Ecco perche' non mi prenderete mai.

Lo presero, o meglio gli presero la vita, in quei tristi anni bui, non rideva certo, aveva paura di morire, aveva paura del dolore, non era proprio una soddisfazione pensare che non gli potevano prendere altro.

Fu per generazioni di generazioni, li prendeva in giro, gli toglievano la vita, ma non altro potevano togliergli e poi li prendeva in giro e poi gli toglievano la vita. Un sorriso pero' ogni tanto sul suo volto mentre i suoi occhi vedevano le fiamme, le donne si volgevano indietro, perche' raccontava l'amore e per un attimo, anche se solo per un attimo, lui sapeva che sentivano di perdere qualche cosa e in fondo aveva vinto, anche cosi'.

E qualcuna, ogni tanto, non resisteva e riusciva a prenderlo e si divertivano un mondo anche perche', in realta', lui regalava dolcezza e non certo vendetta, per i secoli dei secoli.

Roberto

(Scritto dopo aver assistito alla proiezione dell'ultimo bel film di Woody Allen, "Anything else", prima del digiuno di Kippur, mentre il nostro popolo moriva, sugli autobus, nelle case, nei ristoranti).

   
Clicca qui per la scheda generale dell'autore
Altri testi dello stesso autore
Tema Video dell'attacco missilistico contro Israele
Tema BEYONCE'
Tema La persecuzione delle donne in Iran
Tema L'antisemitismo alla tv palestinese
Tema Fenomeni elettorali
Tema Incorniciato "Viva Israele" di Magdi Allam 
Tema I fondamentalisti islamici al potere a Gaza
Tema Concorso a premi Enjoy Israel
Tema Benvenuta Veronica!!!
Tema Il giorno del giudizio 
Tema La gravissima aggressione di Milano
Tema I film che piacciono a me
Tema Incorniciato I giganti del basket 
Tema Proposta per una nuova Monaco
Tema I rischi di scrivere "Viva Israele"
Tema Incorniciato Un gelato da fine del mondo 
Tema Vi sentite minatori ? (tempo libero)
Tema Modificare le poesie
Tema Incorniciato Scusi, dov'è la luna? 
Tema La protesta contro la tirannia in Birmania
-----------------------------------------
Vai a:

Pagina Caricata in :1,36
Imposta come tua pagina di avvio aggiungi ai favoriti Privacy Segnala Errori © 2001-2011 Concerto di Sogni - B.A. & R.M MaxWebPortal Snitz Forums Go To Top Of Page