Concerto di Sogni
Main sponsor: Ideal Gomma Sport Sas
Think and Make It!

Remember Nassiriya : Appendete una bandiera ai vostri monitor Concert of the World: English Version



 Home   Elenco Autori   Forum:Elenco Argomenti   Eventi attuali e storici    Le prime pagine   Link  
Utente:
 
Password:
 
Salva password Dimenticata la password?
 
 tutti i Forum
 2 Film, Spettacoli e libri, Arte
 I doppiatori Italiani
Condividi
 Versione per la stampa  
Autore Tema Precedente Tema Tema Successivo  
Renato Attolini
Senatore



389 Inseriti
110 Gold
394 Punti Rep.
Inserito - 12/07/2004 :  22:59:16  Mostra Profilo  Visita la Homepage di Renato Attolini  Replica con Citazione Invia un Messaggio Privato a Renato Attolini
Si è svolta nei giorni scorsi, come riportato dal TG3 regionale dell’11.7, una simpatica manifestazione a Magnago, piccolo centro in provincia di Milano, nella quale si è reso un doveroso omaggio alla bravura dei doppiatori italiani, provenienti da una scuola reputata, a ragione, la migliore del mondo. Se l’avessi saputo mi sarebbe molto piaciuto intervenire perché ho sempre pensato che se certi film stranieri, soprattutto americani, in Italia hanno avuto gran successo, una buona parte la si deve allo stupendo doppiaggio degli attori principali. Impossibile non citare il fantastico e purtroppo scomparso Ferruccio Amendola, voce di Silvester Stallone e Robert de Niro. Tra i tanti esempi che si potrebbe portare come non ricordarsi della scena madre de “Gli Intoccabili” quando De Niro- Al Capone si scaglia contro Kevin Costner urlandogli l’ormai celeberrima frase. “Tu non sei nessuno! Sei solo chiacchiere, chiacchiere e distintivo! Chiacchiere e distintivo!” Avrebbe avuto lo stesso effetto senza la voce d’Amendola? Ed ancora lui quando dà la voce ad un Silver Stallone-Rambo piangente (nel primo e più famoso episodio) nella scena finale quando racconta ad un Richard Crenna che lo ascolta con gli occhi umidi, di come non riusciva a cucire con l’ago ed il filo i resti dei suoi compagni dilaniati dalle bombe vietcong? Ci si vuole dimenticare di Giancarlo Giannini, impareggiabile attore ed altrettanto doppiatore di Al Pacino premio Oscar in “The Scent of Woman”? La requisitoria finale a difesa del suo pupillo avrebbe avuto la stessa drammaticità senza il suo doppiaggio? Certo il premio l’avrebbe vinto anche senza di lui, ma se lui stesso e De Niro hanno apertamente apprezzato i loro doppiatori italiani, mi piace pensare che sono anche loro artefici del successo di certe pellicole.

   
Clicca qui per la scheda generale dell'autore
Altri testi dello stesso autore
Tema La canzone di Israele
Tema Incorniciato www. What a Wonderful Wednesday 
Tema Omaggio a De André 2008
Tema 6/1/2004-6/1/2008 - 4 anni di Concerto
Tema Domani..
Tema Incorniciato La partita di poker
Tema Beat re-generation
Tema Incorniciato Ritorno al passato
Tema Scarcella - dolce pasquale pugliese
Tema La conversione di Magdi
Tema AUGURI OPHELJA
Tema Parabola n.3 - Carota, Uova o caffé?
Tema Parabola n. 4
Tema Il cacciatore di aquiloni - il film
Tema Festa della Mamma
Tema Incorniciato La piccola Marie
Tema Che si mangia oggi?
Tema Parabola n. 5 - Il colore della pelle
Tema John Terry/Dorando Petri
Tema Sono stato via..
-----------------------------------------
Condividi
Vai a:

Pagina Caricata in :2,14
Imposta come tua pagina di avvio aggiungi ai favoriti Privacy Segnala Errori © 2001-2021 Concerto di Sogni - B.A. & R.M MaxWebPortal Snitz Forums Go To Top Of Page