Concerto di Sogni
Main sponsor: Ideal Gomma Sport Sas
Think and Make It!

Remember Nassiriya : Appendete una bandiera ai vostri monitor Concert of the World: English Version



 Home   Elenco Autori   Forum:Elenco Argomenti   Eventi attuali e storici    Le prime pagine   Link  
Utente:
 
Password:
 
Salva password Dimenticata la password?
 
 tutti i Forum
 4 Favole e Racconti / Tales - Galleria artistica
 IL MIO GIORNO DEVE NASCERE PIANO
Condividi
 Versione per la stampa  
Autore Tema Precedente Tema Tema Successivo  
leda cossu
Senatore


Italy
424 Inseriti
115 Gold
439 Punti Rep.
Inserito - 24/08/2003 :  23:40:06  Mostra Profilo  Visita la Homepage di leda cossu Invia un Messaggio Privato a leda cossu

Da ragazza l’alba era troppo cruda e la primavera mi stordiva.
Non ricordo da quando preferisco l’alba al tramonto e la primavera all’autunno.
Mi sentivo a mio agio nella dolcezza del tramonto e con i colori dell’autunno. Ora so aspettare la primavera e cullare il nuovo giorno.

Nel passaggio fra il sonno e il risveglio anche stamane mi sono soffermata a raccogliere le immagini della notte.
E’ un momento irrinunciabile, prezioso.

Il nuovo giorno mi attrae veloce con pensieri coscienti e la percezione dei sensi, pieno di luci come una primavera che stordisce. Devo lasciarlo fluire lentamente, accoglierlo piano, tesserlo insieme ai fili della notte, dei sogni che l’ hanno abitata.
Mi sveglio molto presto, ma il mio giorno deve nascere piano.
Non posso lasciare che i bagliori del giorno, le emozioni che l’accompagnano interrompano i fili del sogno.
Una nascita, seppure di un giorno nuovo, non può strapparmi da me stessa.

In questo ponte, fra il sogno e il giorno, sosto.
Accolgo le immagini del sogno e aspetto che un po’ di luce me ne illumini gli angoli bui per vederle chiaramente.
Solo dopo, piano piano lascio che fluisca il giorno e senza una precisa trama, come per un’antica pratica, mi accorgo che i fili della notte e del giorno si annodano fra loro.

La mia alba che nasce ha i tratti della notte e del nuovo giorno. Non sarebbe lo stesso giorno senza il sogno della notte che lo precede, senza la saggezza dei mondi spirituali che abitano la mia notte. Che illuminano con intuizioni e chiari pensieri il mio nuovo giorno che nasce nella sosta fra sonno e veglia.

Leda


Leda

   
Clicca qui per la scheda generale dell'autore
Altri testi dello stesso autore
Tema Simon Wiesenthal 
Tema Vicini a Roberto. 
Tema Incorniciato Piccole donne a Ferragosto, un anno fa
Tema Incorniciato Storie di ladri da raccontare anche ai bambini - 1
-----------------------------------------
Condividi
Vai a:

Pagina Caricata in :2,77
Imposta come tua pagina di avvio aggiungi ai favoriti Privacy Segnala Errori © 2001-2021 Concerto di Sogni - B.A. & R.M MaxWebPortal Snitz Forums Go To Top Of Page