Concerto di Sogni
Main sponsor: Ideal Gomma Sport Sas
Think and Make It!

Remember Nassiriya : Appendete una bandiera ai vostri monitor Concert of the World: English Version



 Home   Elenco Autori   Forum:Elenco Argomenti   Eventi attuali e storici    Le prime pagine   Link  
Utente:
 
Password:
 
Salva password Dimenticata la password?
 
 tutti i Forum
 7 Riflessioni
 Ti aspettavo
Condividi
 Versione per la stampa  
Autore Tema Precedente Tema Tema Successivo  
riccardo resconi
Senatore


Italy
479 Inseriti
102 Gold
484 Punti Rep.
Inserito - 15/01/2022 :  16:19:49  Mostra Profilo  Replica con Citazione Invia un Messaggio Privato a riccardo resconi
Ti aspettavo

Era mentre scendevo le scale di quel conservatorio
Che ti vidi
Faticavi a trascinare quel violoncello verso l’uscita
Era quasi più grande di te
Ma dovevo capirlo che la tua determinazione era forte
Mi guardasti con un’occhiata veloce
Ma dii quelle dolci, gentili ma comprensibili
Forse è meglio che ti scansi, prima di farti ruzzolare
Di certo avevi pensato quello
Io, con il mio violino, ero molto più avvantaggiato
E poggiai la schiena al muro, per darti spazio
Ti rividi il giorno dopo, e poi quello dopo ancora
La mia testa era proprio il caso di dire, suonava di mille violini
E il battito del mio cuore assomigliava molto ad un tamburo in un’esecuzione classica
Mi stavo innamorando
Mi avevano detto che i sintomi che potevano arrivare erano quelli
Io li feci arrivare ed accomodare sul palco, da buon musicista
Ognuno ben saldo al suo posto
Se la musica avesse avuto inizio, avrei voluto che niente non fosse al suo posto
Eri girata di spalle mentre sorseggiavi un caffè, guardando attraverso i vetri ormai opachi di quella porta, la preparazione di un concerto che da lì a poco avrebbe avuto inizio
Il mio ciao, fu quello simile ad un verso gracchiante di un volatile innamorato
Girandoti, mi sorridesti, allungandomi la mano
Non avrei più voluto restituirtela
Ma questo non dovevi saperlo
Facemmo il viale alberato, parlando del tempo, argomento che di solito rompe il ghiaccio, ma il rischio che rompesse altro era alto
E così, passai a raccontare di me
E tu altrettanto
Ti aiutai a caricare il violoncello su tram, con la promessa di rivederci presto
Ci ritrovammo a suonare a Praga, al suo Teatro Nazionale
Eseguimmo l’Opera 102 di Brahms
E fu un successo
Ma in molti non sapevano
Era finalmente nato l’amore tra noi due
Sul Ponte Carlo, ci baciammo
Il resto lo lascio al lettore
Quello che io so, è che ti aspettavo

   
Clicca qui per la scheda generale dell'autore
Altri testi dello stesso autore
Tema Incorniciato U' Suonno
Tema Incorniciato Colori
Tema L'attrice
Tema Incorniciato Il Lenzuolo
Tema Incorniciato Il Volto
Tema Incorniciato Il Cammello
Tema Breve news & old su di me
Tema Incorniciato U’ cuntastorie (Il cantastorie) 
Tema Incorniciato La corriera 23.
Tema Incorniciato Tango
Tema Incorniciato La scogliera
Tema Incorniciato Sensazioni di una sera
Tema Incorniciato Il Grido
Tema Incorniciato Il foglio bianco.
Tema Incorniciato Il pesciolino ed il pellicano 
Tema Incorniciato Il negozio di orologi.
Tema Incorniciato Ernesta strega maldestra
Tema Incorniciato Chiedimi la Luna
Tema Incorniciato Pane
Tema Incorniciato La Giostra.
-----------------------------------------
Condividi
Vai a:

Pagina Caricata in :2,79
Imposta come tua pagina di avvio aggiungi ai favoriti Privacy Segnala Errori © 2001-2021 Concerto di Sogni - B.A. & R.M MaxWebPortal Snitz Forums Go To Top Of Page