Concerto di Sogni
Il primo Sito letterario italiano (google/alexa)
Tra i primi 100 Siti italiani (google/alexa)
Segnala concertodisogni ad un amico
Aiutiamo i ragazzi di Angelica
Iscriviti alla nostra MailingList!
Se ami le lingue fatti un giro in googlish!
Remember Nassiriya : Appendete una bandiera ai vostri monitor

 Home   Elenco Autori   Forum:Elenco Argomenti   Eventi attuali e storici    Le prime pagine   Link  
Utente:
 
Password:
 
Salva password Dimenticata la password?
 
 tutti i Forum
 4 Favole e Racconti - Galleria artistica
 Il nome della Rosa
 Versione per la stampa  
Autore Tema Precedente Tema Tema Successivo  
Beppe
Amministratore


Italy
1748 Inseriti
212 Gold
1248 Punti Rep.
Inserito - ago 22 2002 :  02:19:18  Mostra Profilo  Visita la Homepage di Beppe Invia un Messaggio Privato a Beppe

Rosa, come tutte le donne aveva un nome.
Il suo nome è Rosa.
Rosa è una donna.
Il suo nome è Donna Rosa.



Detto questo racconto la sua storia..

Rosa, come quasi tutte le donne del suo tempo aveva la tendenza a lamentarsi delle cose che non andavano bene.. di disperava e spesso dava sfogo alla sua disperazione con piccole poesie e righe di vibrante tristezza..

Rosa aveva due amici.. uno Pino e l'altro Lino.. i due, che conoscevano Rosa da lungo tempo, avevano con essa atteggiamenti completamente opposti..

Lino, così pallido e bianco, la consolava sempre e le diceva sempre quello che Rosa sperava di sentire.. se lei diceva che Otello era uno stupido, lino le diceva che Otello era stupido.. se lei diceva che gli mancava tanto il suo Otello, Lino le diceva che sicuramente anche ad Otello mancava lei..

Pino, era un tipo sempre giovane e sempre al verde, riteneva l'amicizia un valore importante e faceva sempre in modo che Rosa ricevesse da lui quello che Lui veramente pensava di ogni situazione.. e se qualche volta c'era da dar ragione ad Otello.. bhe.. Pino dava ragione ad Otello.. ovviamente questo faceva arrabbiare la Rosa che non si sentiva capita e che correva a rifugiarsi tra le braccia del suo amico Lino che invece tanto la comprendeva e giustificava..

Un bel giorno Otello stanco dei continui cambi d'umore di Rosa partì per l'America e di lui non si seppe più nulla..

Fine.

Morale della Storia?

-----------------------------------------

NB
La domanda sulla morale di questa storia è un artifizio retorico e l'autore del racconto non ci tiene assolutamente a conoscere quale morale possa essersi mai presentata alla mente dell'ignoto lettore.
L'autore e' soddisfatto anche solo di aver fatto mutare uno stato mentale da OFF ad ON e si augura non il viceversa.
Ma per esser veramente sicuro che a nessuno venga in mente di aggiungere una morale non realmente richiesta ecco che l'autore "spunta" la casellina per bloccare il tema dopo l'inserimento.

Beppe Andrianò

   
Clicca qui per la scheda generale dell'autore
Altri testi dello stesso autore
 
 Nessun Tema...
 
-----------------------------------------
Vai a:

Imposta come tua pagina di avvio aggiungi ai favoriti Privacy Segnala Errori © 2002-2005 Concerto di Sogni - B.A. & R.M MaxWebPortal Snitz Forums Go To Top Of Page