Concerto di Sogni
Main sponsor: Ideal Gomma Sport Sas
Think and Make It!

Remember Nassiriya : Appendete una bandiera ai vostri monitor Concert of the World: English Version
Aiutateci a rendere visibile concertodisogni premendo "Mi piace"



 Home   Elenco Autori   Forum:Elenco Argomenti   Eventi attuali e storici    Le prime pagine   Link  
Utente:
 
Password:
 
Salva password Dimenticata la password?
 
 tutti i Forum
 2 Film, Spettacoli e libri, Arte
 Le chiavi di casa - La versione di Lemmy
 Versione per la stampa  
Autore Tema Precedente Tema Tema Successivo  
lemmy caution
Esploratore



6 Inseriti
100 Gold
11 Punti Rep.
Inserito - 07/11/2004 :  17:54:32  Mostra Profilo  Visita la Homepage di lemmy caution  Replica con Citazione Invia un Messaggio Privato a lemmy caution
Sedicieventi del pomeriggio di una giornata calda ed assolata, con un’aria ferma e salmastra ed un odore di alghe. Arrivo di corsa con la macchina e la vedo fuori dal Cinema (ci tengo alla C maiuscola per evidenziare il mio feticismo estremo nel campo).

Il tempio era ancora vuoto, saluto la splendida Marietta, panoramico a sinistra e vedo una fisionomia prevista e conosciuta.

Noi umani siamo curiosi, a volte ci fossilizziamo per anni su un istante, su un rifiuto, una perdita, poi basta un attimo per farci catapultare indietro nel tempo.

Ventitre anni fa. Un altro giorno, distante, ma correlato a questo. Nebbia densa ed ovattata, quasi a contenere le emozioni. Interno di un taxi. Io ed Amelio.

Altre parole, altre sensazioni. Stesso amore per una grande vela bianca di fronte a tante sedie. Tanti spettatori in cerca di un’emozione, come marinai sul molo in attesa di salpare. Di questo parlammo. E di tante altre cose, quella volta

Si gira e ci abbracciamo. Trovo che esprimere col corpo le emozioni sia intenso, primordiale ed essenziale. Amo avere contatti. Parlavamo con le mani poggiate sulle nostre spalle, quasi a rassicuraci della nostra ubicazione. I polpastrelli sui nostri muscoli.

Gianni viene trascinato dentro al Cinema.

Io e Marietta seguiamo il flusso.

Amelio inizia a parlare, affabulare. Il cinema ha la peculiarità di far condividere, nello stesso istante, le emozioni con altre persone. Non sfogli un libro nella tua stanza da letto, al mare in barca o dove vuoi.

Sei lì seduto e poggi il tuo gomito a quello del tuo vicino. Lo senti respirare, palpitare, sorridere.

Momento di pausa, poi le luci si affievoliscono come una mongolfiera appena atterrata.

Attimo di buio.

Come lo amo quell’istante carico di aspettative.

Poi senti quel lieve fruscio, una leggera presenza sullo schermo prima che compaia qualsiasi immagine.

Sarà una mia sensazione, ma credo che Marietta sia rimasta incantata dai sogni di Amelio.

Del film io posso dire che è teso, commovente, senza sconti. Bellissimo.

Se ne sarà accorta Marietta che ho pianto?


   
Clicca qui per la scheda generale dell'autore
Altri testi dello stesso autore
Tema Le chiavi di casa
Tema Un saluto
Tema Le chiavi di casa - La versione di Lemmy
Tema Buon compleanno a Paolo Talanca e Adriano
-----------------------------------------
Vai a:

Pagina Caricata in :0,58
Imposta come tua pagina di avvio aggiungi ai favoriti Privacy Segnala Errori © 2001-2011 Concerto di Sogni - B.A. & R.M MaxWebPortal Snitz Forums Go To Top Of Page