Concerto di Sogni
Main sponsor: Ideal Gomma Sport Sas
Think and Make It!

Remember Nassiriya : Appendete una bandiera ai vostri monitor Concert of the World: English Version



 Home   Elenco Autori   Forum:Elenco Argomenti   Eventi attuali e storici    Le prime pagine   Link  
Utente:
 
Password:
 
Salva password Dimenticata la password?
 
 tutti i Forum
 4 Favole e Racconti / Tales - Galleria artistica
 Un Sabato speciale
 Versione per la stampa  
Autore Tema Precedente Tema Tema Successivo  
Roberto Mahlab
Amministratore



2845 Inseriti
296 Gold
2450 Punti Rep.
Inserito - 03/01/2003 :  16:09:04  Mostra Profilo  Visita la Homepage di Roberto Mahlab Invia un Messaggio Privato a Roberto Mahlab
I pranzi del sabato nella piccola sinagoga della comunita' di Reves attiravano tanti giovani e facevano nascere tante amicizie, soprattutto dopo la preghiera, quando Rav Oyvavvoy imbandiva una tavolata con cibi succulenti e gioia e riflessione regnavano sovrani durante la festa.

Solo Samuel era seduto in un angolino, pensieroso e con lo sguardo sperduto, il piatto pieno, la forchetta fissa a mezz'aria, la sua mente in un altro luogo dove non era e il suo cuore in un altro tempo di nostalgia.
Gli amici si accorsero della sua lontananza, smisero di parlarsi e di scherzare, alcuni iniziarono a mordersi le labbra, altri a sorridere di cuore, finche' fu Anya ad avvicinarsi a lui, ad abbassargli la forchetta a fianco del piatto, a muovere su e' giu' il palmo della mano di fronte agli occhi dell'amico, ma tutto invano, finche' gli diede una gomitata esasperata che lo riporto' all'improvviso nel mondo reale... "Samuel... e' per Ariela, lo sappiamo tutti, ma perche' non sei la' da lei?".
"Oggi e' sabato" rispose desolato il giovane, "non potrei viaggiare senza violarlo, ma se non la vedo oggi, non la vedro' per lungo tempo, lei partira' per un viaggio senza sapere che la ricambio".

"Caro Samuel" intervenne Aaron, il gigante della compagnia, "e se ti dicessi che alcune delle nostre imprese si svolgono proprio di sabato per rispettare una mitzva', un precetto, come ti potra' confermare Rav Oyvavvoy, con cui abbiamo approfondito il discorso, trovando conforto nel pezzo del Talmud che abbiamo aggiunto la settimana scorsa alla fine del testo originale? Se infatti non basta una vita, come dicono i saggi, a comprendere i Sacri Testi, forse che il moto degli astri viene modificato se quei testi li allunghiamo un po'?"
A Rav Oyvavvoy ando' di traverso il boccone del dolce e il suo sguardo punto' interrogativo verso gli occhi di Aaron.

"E tu certo sai, Samuel, " si inseri' di nuovo Anya lanciando un allegro sguardo di intesa a Aaron, "che di sabato ad esempio i piu' vicini alla pratica religiosa non possono aprire neppure la luce ed e' una mitzva' per tutti gli astanti premere l'interruttore al posto loro, senza che essi lo richiedano esplicitamente, altrimenti sarebbe una trasmissione di colpa e senza che gli altri lo facciano loro pesare, come sai dopo avere premuto l'interruttore e' uso esclamare :'Oyvavvoy, non l'ho fatto apposta, e' l'interruttore che e' capitato nella traiettoria del moto della mia mano'".
A Rav Oyvavvoy caddero le braccia e stava per levarsi per dirne quattro agli amici di Samuel, ma il viso di implorazione di Anya lo fermo' e piano piano comprese il loro dolce piano e si risedette tranquillo, ascoltando quanto la congregazione si stava inventando.

"Be' lo stesso discorso evidentemente si puo' estendere al cibo, " fu la volta di Ruben a parlare "infatti, seguimi Samuel, se noi accendiamo la luce al posto loro, dobbiamo pure mangiare tutti i cibi non casher al posto loro e di sabato dobbiamo vedere il mondo che loro non possono vedere. Cioe', come riportato nel versetto centocinquantamila :'...ed essi li completarono...'".
Fu la stessa Anya a lanciare stavolta uno sguardo di fuoco a Ruben che se la rideva alla grande, in fondo si era trovato una buffa giustificazione del perche' mangiava di tutto senza badare troppo alle regole.
"Quindi Samuel" fece l'atletico Aaron con voce angelica, "la nostra mitzva' e' completare le azioni delle persone piu' religiose e se tu di sabato non puoi sciare o venire in kayak, siamo noi che dobbiamo sobbarcarci il faticoso compito di andarci per te, e ovviamente senza che tu ce lo chieda esplicitamente, altrimenti sarebbe una trasmissione di colpa, e senza che noi te lo facciamo pesare".

Samuel cominciava a dare finalmente segni di vita, anche se, a giudicare dal modo in cui aggrottava le ciglia, pareva alquanto perplesso e fu a quel punto che si udi' la voce tonante di Rav Oyvavvoy : "A proposito, vi ricordate di Moishe' Leibowitz? Il cognato del cugino dello zio del nonno del fratello di Yasha Lowental, quello che nel conto in banca segreto ha ottocento dollari e quarantasette centesimi, di cui trecentododici dollari e sedici centesimi sono andati come dote alla figlia Shoshannah promessa in sposa a Daniel Lewin, come si mormora senza entrare in dettaglio, perche' la famiglia desidera mantenere la discrezione, pare che non abbiano invitato una persona in piu' che tutta la comunita' intera alla cerimonia".

Tutta la congregazione rimase a bocca aperta e con le orecchie tese nello stesso istante e il Rabbino riprese sottovoce, come a bisbigliare un segreto :" Ho saputo che lo scorso sabato Moishe' e' andato a giocare a golf, sai Samuel, non e' riuscito a resistere alla tentazione e per la prima volta in vita sua ha saltato la funzione del Sabato. E pensa che ha fatto un tiro di mille metri che ha raggiunto subito la buca. E pensa che non puo' vantarsene con nessuno, altrimenti tutti verrebbero a sapere che non ha osservato lo Shabbat".

"Vedi Samuel?" continuo' Rav Oyvavvoy incredulo della sua stessa trovata, "se Moishe' non fosse religioso il suo tiro sarebbe il completamento di chi non puo' giocare a golf di sabato, avrebbe fatto cioe' una mitzva' e avrebbe potuto vantarsi del piu' incredibile colpo nella storia del golf. Ma visto che si vanta di essere molto religioso non puo' dirlo a nessuno... tanto lo sanno tutti, il proprietario del campo e' Isaac Rosenbaum, che l'ha visto giocare e lo ha detto a Rivka Mandelson che lo ha riferito a Yasha Hasbani che lo ha detto poi a Sarah Bat Sheba e cosi' via, in fondo le cose in famiglia non devono certo rimanere segrete, basta che non escano all'esterno. Ora tu mi dirai che Isaac Rosenbaum e' anche il rabbino della sinagoga dove prega di solito al Sabato il nostro Moishe' Leibowitz.
Ebbene la colpa di tutto quanto e' di Moishe' che non ha saputo resistere alla tentazione di giocare o di Isaac che non doveva tenere aperto il campo da golf di sabato ma si e' difeso dicendo che avrebbe infranto il sabato con l'attivita' di chiudere il cancello? Ecco perche' d'ora in poi la congregazione si riunira' di sabato sul campo da golf, sara' una mitzva' che salvera' sia Moishe' che Isaac".

La sala intera ormai tratteneva il fiato, Rav Oyvavvoy con calma ripuli' il suo piatto dalle briciole della deliziosa torta della festa e con un sospiro concluse :"Samuel, ecco la soluzione, la tua automobile questo sabato sara' una sinagoga, cosi' potrai partire e raggiungere in tempo Ariela e che la tua anima sia sollevata dal pensiero".

Fu Aaron il primo a riprendersi e si carico' sulle poderose spalle l'amico Samuel e lo trasporto' fino all'auto. Dopo che essa scomparve all'orizzonte si sedettero di nuovo tutti quanti a tavola, a mangiare rispettosamente quello che era giusto e a cantare gli inni del sabato.

"Che fatica portarsi sempre sulle spalle il fardello del mondo", penso' Rav Oyvavvoy, osservando fiero gli invitati di quel sabato speciale.

Rav Oyvavvoy non nacque e non mori' mai, come l'essere umano, trascorse la vita in un villaggio ebraico vicino a qualche luogo, i suoi occhi videro tutto ma mai abbastanza e fu ricordato come "la memoria dell'uomo". "Oyvavvoy" in ebraico e in yiddish e' l'equivalente di :"mamma mia, che disastro!" e viene pronunciato portando una mano alla bocca e sgranando gli occhi increduli, meglio se in sottofondo risuona beffarda la musica di un violino.

(...da "I racconti di Reves")

Roberto

   
Clicca qui per la scheda generale dell'autore
Altri testi dello stesso autore
Tema Un piede per la musica
Tema fantasilandia
Tema Cittadino!
Tema Incorniciato L'amore di Di 
Tema Le ragioni della ragione
Tema Incorniciato Olocausto - Il giorno della memoria
Tema Incorniciato L'acqua e la roccia
Tema Incorniciato Cornici
Tema Incorniciato La soglia
Tema Incorniciato I due dragoni
Tema Tanti auguri Francesca
Tema Le avventure di Concertino
Tema Incorniciato La candela sulla pietra 
Tema Arte in sequenza – La storia del fumetto.
Tema Incorniciato Lo spettro infreddolito
Tema La neve
Tema Incorniciato Il tredicesimo spirito 
Tema Osama
Tema Speciale Cns/Intervista all'Adi 
Tema Lega Italiana per i Diritti dell'Uomo
-----------------------------------------
Vai a:

Pagina Caricata in :3,39
Imposta come tua pagina di avvio aggiungi ai favoriti Privacy Segnala Errori © 2001-2021 Concerto di Sogni - B.A. & R.M MaxWebPortal Snitz Forums Go To Top Of Page