Concerto di Sogni
Main sponsor: Ideal Gomma Sport Sas
Think and Make It!

Remember Nassiriya : Appendete una bandiera ai vostri monitor Concert of the World: English Version

Aiutateci a rendere visibile concertodisogni premendo "Mi piace"
'

'
' '
 Home   Elenco Autori   Forum:Elenco Argomenti   Eventi attuali e storici    Le prime pagine   Link  
Utente:
 
Password:
 
Salva password Dimenticata la password?
 
 tutti i Forum
 4 Favole e Racconti / Tales - Galleria artistica
 i giorni palindromi
Condividi
 Versione per la stampa  
Autore Tema Precedente Tema Tema Successivo  
emofione
Emerito


Italy
143 Inseriti
100 Gold
148 Punti Rep.
Inserito - 09/07/2003 :  09:44:04  Mostra Profilo Invia un Messaggio Privato a emofione
TextText

Dublino:20/02/2002 0re 20 e 02
Rimugino da ormai qualche oretta, davanti allo screen del mio computer, su dove mi trovassi nel fatidico giorno palindromo all'ora indicata sopra. Probabilmente ero a Londra, nell'appartamento di Robert, il protagonista del libro che sto leggendo, o forse negli States, in uno di quei quartieracci che si vedono nei film polizieschi, gli unici che, vista la mia ancora scarsa conoscenza della lingua, riesco a comprendere a pieno. C'e' pure, a dire il vero, una qualche possibilita' che mi trovassi a Dublino, seduto al bel tavolo in noce della casa che condivido con alcuni altri italiani e spagnoli, a cibarmi di una fetta del San Daniele appena arrivato col pacco inviatomi da mamma e babbo(abbiate pazienza, sono toscano), o di un tocchetto del Dolce sardo, o della pancetta dei castelli romani piuttosto che della focaccia alle cipolle genovese(del resto la casa e' molto grande, ed i flatmates abundano). Sicuramente, pero', in quel giorno palindromo, aldila' del fatto che non mi trovassi nella citta'(la ridente Livorno) che mi ha dato i natali, stavo festeggiando, come faccio in ogni momento, la circostanza fortunata di non vivere nell'eterna malinconia, alla ricerca della presunta felicita' che ognuno respira dalle sue parti e che e' talmente grande che ci ha spinti, uno per uno (parlo, almeno, degli stranieri a Dublino), a fuggire in fretta e furia dall'amata patria. Non e' poi forse vero che, appena toccato il suolo italiano, non per vacanza ma per rientro definitivo, rimpiangeremo i momenti vissuti all'estero, i colori, gli odori, l'atmosfera che vi si respirava? Insomma amici miei, viva i giorni palindromi, viva quelli normali, viva la felicita', abbasso la "malinconoia" che ha aiutato solo qualche cantante sfortunato, nell'ormai remoto passato.

   
Clicca qui per la scheda generale dell'autore
Altri testi dello stesso autore
Tema Piacere, Emiliano...
Tema Incorniciato A Lolita
Tema Incorniciato i giorni palindromi
Tema L'ONDA PERFETTA
Tema Incorniciato quando finisce un amore...
Tema "perduto amor" di F.Battiato
Tema Incorniciato C'era una volta un tipo strano ma non troppo
Tema Pubblicità su misura...
Tema Sapersi perdonare
Tema ancora ponce
Tema Incorniciato caro amico mare, inflazionato...
Tema riflessioni - la paura
Tema E.
Tema Incorniciato Io sole, te luna
Tema Incorniciato Un baco speciale, il tenia-moci stretti
Tema auguri a tutti i leoncini del 29 luglio
Tema vacanze o fine di un percorso?
Tema un mondo senza tempo
Tema ^^^Sfogo^^^
Tema Incorniciato Superficialità alla moda
-----------------------------------------
Condividi
Vai a:

Pagina Caricata in :9,07
Imposta come tua pagina di avvio aggiungi ai favoriti Privacy Segnala Errori © 2001-2011 Concerto di Sogni - B.A. & R.M MaxWebPortal Snitz Forums Go To Top Of Page