Concerto di Sogni
Main sponsor: Ideal Gomma Sport Sas
Think and Make It!

Remember Nassiriya : Appendete una bandiera ai vostri monitor Concert of the World: English Version



 Home   Elenco Autori   Forum:Elenco Argomenti   Eventi attuali e storici    Le prime pagine   Link  
Utente:
 
Password:
 
Salva password Dimenticata la password?
 
 tutti i Forum
 2 Film, Spettacoli e libri, Arte
 Elena Loewenthal: "Lettera agli amici non ebrei"
Condividi
 Versione per la stampa  
Autore Tema Precedente Tema Tema Successivo  
Roberto Mahlab
Amministratore



2846 Inseriti
296 Gold
2451 Punti Rep.
Inserito - 23/03/2003 :  15:24:49  Mostra Profilo  Visita la Homepage di Roberto Mahlab  Replica con Citazione Invia un Messaggio Privato a Roberto Mahlab
"Lettera agli amici non ebrei, la colpa di Israele"
di Elena Loewenthal
Editore : pasSaggi Bompiani

La scrittrice e giornalista percorre in un agile volumetto di novanta pagine gli stereotipi che accompagnano la figura "dell'amico ebreo", un essere mitizzato a seconda dell'opportunita' da chi propaganda affermazioni discutibili sul popolo di Israele per poi concludere il suo discorso con "ma ho tanti amici ebrei io!".

Il libro inizia con un ricordo di Vito Volterra, nome notissimo per chiunque abbia studiato analisi matematica, uno dei tantissimi italiani di religione ebraica che hanno concorso in ogni tempo al prestigio del paese, fatto che non impedi' al regime fascista di definirlo "di razza ebraica" e dunque non italiano, quando mori'.

La tesi della scrittrice e' che per diverse tipologie di ideologia, l'ebreo non e' altro che una figura da mitizzare quando e' morto e da contestare quando e' vivo se non accetta di appiattirsi del tutto su discorsi che pur non puo' certo condividere.
Comunque sia quindi, viene percepito come un "diverso", triste e non condivisibile parola coniata in occidente, indipendentemente dal fatto che sia una persona come tutte le altre, con pregi e difetti che hanno tutti gli esseri umani.

L'analisi della scrittrice si divide in quattro brevi capitoli.
Nel primo capitolo vengono prima presentate e poi respinte le tesi paternalistiche e opportunistiche di chi rimprovera gli ebrei viventi di mancanza di quella sensibilita' che dovrebbero avere in quanto popolo perseguitato per eccellenza.
Nel secondo capitolo viene affrontata la questione delle semplicistiche e disinformate accuse al popolo ebraico coinvolto nella crisi del Vicino Oriente.
Nel terzo capitolo l'autrice risponde alle intellettualmente non argomentate opinioni negative sul sionismo e in generale su discorsi pregiudiziali.
Nel quarto capitolo vengono rilevate e respinte le paradossali accuse al popolo ebraico di sfruttare l'argomento dell'Olocausto e ne viene contestata la banalizzazione.

Quattro brevi capitoli in cui si dimostra la infondatezza di una posizione ostile verso gli ebrei che esistono e nostalgica verso ebrei che non esistono piu', una posizione come un'altra per chi non ama che esistano ancora.

La frase conclusiva di Elena Loewenthal, che riporto, e' molto profonda:
"Eppure e' cosi', caro amico mio.
Per secoli e millenni, ai miei avi i loro padri e le loro madri hanno insegnato, con una fitta al cuore, che noi, popolo d'ISraele, esistevamo nonostante tutto.
Ai miei figli, con tutto il cuore, io sto cercando di insegnare che non siamo ne' meglio ne' peggio degli altri.
E nemmeno siamo grazie agli altri o nonostante gli altri.
Ma siamo".

Non vorrei dare altri dettagli su questo bel libro, perche' molto presto Concerto di Sogni fara' partire una importante iniziativa legata ad esso.

----------------------------------------------------------------------

Ora pero' vorrei nuovamente ricordare che Concerto di Sogni e' nato proprio come risposta ad una campagna antisemita che ha coinvolto ebrei e cattolici che le si sono opposti. Quando si mantiene la liberta' delle voci, questa e' la vittoria contro chi ha cercato di spegnerle, questa e' la forza che affronta e vince il pregiudizio verso chiunque, di qualunque origine, perche' nessuno e' diverso.
Vorrei anche quasi scrivere due righe che possono essere considerate come un ulteriore paragrafo al libro di Elena Loewenthal, perche' c'e' un dopo, un dopo a causa degli atteggiamenti di chi vuole sempre e in ogni caso trovare le colpe del popolo di Israele dovunque esso sia, cittadino di qualunque paese sia, un dopo che esiste quando un ebreo qualsiasi, ma potrebbe essere un cattolico, un musulmano, un buddista, un essere umano qualsiasi, respinge con fastidio e incredulita' "l'amicizia" di chi propaga pregiudizi, di chi offende ma si giustifica con la sicurezza di farlo da "amico".
Quando si fa' presente ad "amici" del genere che non si condivide la loro mancanza di equilibrio e il loro assuefarsi agli slogan, ci si accorge di essere all'improvviso considerati non piu' degni di attenzione non solo intellettuale ma neppure esistenziale, ci si rende conto con sorpresa che anche persone con cui si e' condiviso il pane vi considerano da evitare, all'inizio dispiace, ma poi viene rabbia per il tempo rubato, la reazione all'inacettabile atteggiamento di "superiorita' morale" condita da ignoranza e disinformazione, la comprensione di che significa essere considerati "diversi", fino a che qualche cosa muta dentro.
Bisogna fare attenzione tutti insieme per evitare una grave e insanabile frattura nella societa'.

Roberto

   
Clicca qui per la scheda generale dell'autore
Altri testi dello stesso autore
Tema Incorniciato L'autunno dell'ibisco
Tema eventi
Tema Incorniciato Concerto mix 
Tema CONTATTO! TRINGLOWA!
Tema Lettera a Emergency
Tema La leggenda di Al, John e Jack
Tema Il grande dittatore
Tema Incorniciato Pictures in the rain
Tema help Concorso per Concerto di Sogni
Tema Incorniciato auguri per un nuovo anno di pace e solidarietÓ
Tema Incorniciato Un Sabato speciale
Tema Facciamoci gli Auguri per il 2003
Tema Incorniciato Sogni salati
Tema Incorniciato Il segreto del battito sospeso
Tema La proporzionalita' dei sogni
Tema Le interviste della cns/i semi dell'intolleranza
Tema Incorniciato Il portagioie di batik
Tema Un mondo pericoloso
Tema EDITTO/Il club dei belli
Tema I corrispondenti/Il Sarto di Panama
-----------------------------------------
Condividi
Vai a:

Pagina Caricata in :3,59
Imposta come tua pagina di avvio aggiungi ai favoriti Privacy Segnala Errori ┬ę 2001-2021 Concerto di Sogni - B.A. & R.M MaxWebPortal Snitz Forums Go To Top Of Page